EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Home > Ambiente > ARPAS: un’interrogazione di Crisponi sull’imminente chiusura a Nuoro

ARPAS: un’interrogazione di Crisponi sull’imminente chiusura a Nuoro

22 operai tecnici a rischio

Il Consigliere regionale Luigi Crisponi con un’ interrogazione a risposta scritta chiede all’assessore regionale competente spiegazioni sul possibile smantellamento di un importante presidio per la salute pubblica quale è il laboratorio analisi dell’Arpas.

«Considerato che, presso detta struttura operano 22 tecnici altamente professionalizzati che eseguono attività di analisi e quindi di controllo ambientale, grazie anche ad attrezzature sofisticate che hanno finora consentito il corretto espletamento delle attività istituzionali – evidenzia Crisponi-  constatato che in seguito alla annunciata razionalizzazione da parte della Regione dei laboratori Arpas sul territorio isolano, quello del Dipartimento di Nuoro sembrerebbe deputato alla incomprensibile chiusura ritenuto che tale azione appare in netto contrasto con le necessità del territorio della Sardegna centrale, che per varie ragioni, non ultima quella della presenza di vari siti a rischio inquinamento non può in alcun modo rinunciare alle competenze tecniche e assistenziali apportate dagli operatori del laboratorio in tema di monitoraggio e controllo delle matrici ambientali territoriali e nel supporto tecnico-scientifico».

«Chiedo all’assessore all’Ambiente Donatella Spano, se sia a conoscenza di quanto su esposto, se non venga alterato e impoverito il sistema di monitoraggio e controllo ambientale nella Provincia di Nuoro e se intenda valutare l’opportunità di una diversa definizione della distribuzione sul territorio regionale dei presidi Arpas, mantenendo quello di Nuoro quale riferimento per la Sardegna centrale» conclude Crisponi .

© Tutti i diritti riservati

Lascia un commento